Governolo nel 1600

 

CuriositÓ storiche:

 

La chiesetta di S. Martino del Fissero

(tratto da Claudio Gobbetti: "Governolo: un viaggio nella storia" p.115)

 

La prima visita pastorale che ci documenta questa chiesetta Ŕ quella dell'anno 1647. Essa fu presso le case dei De Mastini (probabilmente nella localitÓ denominata S. Martino). 

Il Vescovo la visit˛ e il proprietario, De Mastini, disse a Sua Eccellenza di -avere un breve per detta cappella concessa come oratorio. Il Vescovo permise che in tale chiesa si facessero pubbliche orazioni. Il De Mastini, per suo uso, affid˛ le celebrazioni ai Padri di S. Francesco di Paola.

Altra V.P. che documenta l'esistenza di tale chiesetta Ŕ quella della domenica del 9 ottobre 1678. Si precisa che il proprietario era il Conte Federico Mastini il quale per sua comoditÓ vi faceva celebrare da un sacerdote approvato (Ŕ chiaro che le celebrazioni non potevano essere continuate dai frati di S. Francesco di Paola che lasciarono il castello nel 1652-53).

Dentro tale chiesetta vi era l'immagine della Beata Vergine che serviva da icona.

Il Conte Federico espresse il desiderio di far eseguire una icona di S. Martino. In questo oratorio vi era un piccolo campanile, ma vi mancava la campana. Essa infatti era collocata sul tetto del palazzo del Conte e serviva per chiamare a raccolto il vicinato in caso di necessitÓ o di pericolo (incendi, aggressioni).

Il Vescovo ordin˛ che tale campana restasse di diritto dell'oratorio e si suonasse anche per le celebrazioni. Il De Mastini acconsenti.

Nel sec. XVII (1600) sono dipendenti dalla parrocchia di Governolo le ville S. Martino, Garolda e Casaletto.

 

 RITORNA