Parroci e Rettori

 

   I dati pi antichi sono desunti dalle Visite Pastorali del tempo.

    

      1544: E' Rettore il Rev. Filippo Arrivabene. Il cappellano ' Bernardino Bonamici che ha per salario, oltre l'introito dei proventi, un piccolo campo affidatogli dal Rettore e ducati 60. Aiutante nella cura della parrocchia il curato di Casale Don Giacomo. Nella chiesa della Motta cappellano Don Tommaso Araldi. Si parla della Societ del SS. Corpo di Cristo di circa 200 membri, le anime di comunione sono 1300, il documento elenca inoltre i nomi di 17 persone escluse dai sacramenti.

      1553: Si specifica che il Rettore, Rev. Arrivabene, Vescovo, ed rettore anche della chiesa di S. Salvatore in Matera e di S. Maria di Cipada. Si conferma che il cappellano Don Bernardino Bonamici, mantovano, ha la provvisione di ducati 8 e una biolca e mezza di terra; che nella chiesa della Motta serve Don Battista da Governolo con provvisione di ducato 4, staia 4 di frumento e 2 di legumi. Nella chiesa di Casale Rettore Don Giovanni De Magistri di buona fama, abbastanza istruito e religioso. Si parla anche di Compagnia del Corpo di Cristo con persone 40 e salario ducati 15.

      1554: Serve in funzione di sostituto Francesco de Feraboli, bresciano.

      1555: Serve Don Nicola de Caffollio, cremonese con salario di ducati 15. Dalla chiesa della Motta fu allontanato Don Araldi per i suoi problemi di udito; fu chiamato a sostituirlo Don Benedetto.

      1559: Serve Don Pietro Giacomo Bardini.

      1568. Viene confermata la presenza del Rettore Don Bardini. Nella chiesa della Motta officia alla domenica frate Ortensio di S. Cristoforo di Mantova. Anime in comunione 1300.

      1593: Il Rettore Don Bardini sostituito talvolta da Don Matteo Facchini.

      1604: Il Rettore Don Francesco Pescaroni (investitura ai fratelli Maysi).

      1614: E’ Rettore Don Francesco Orlandi (testimonianza del Bertazzolo).

      1640: E’ Rettore Don Melchiorre Spoladori.

1647: E’ Rettore Don Modesto Zoppi, mantovano. La parrocchiale ha un introito di ducati 50 in moneta mantovana. Vi sono 564 anime di comunione e 445 da non comunione.

      1678: E’ arciprete Don Ippolito Basaglia, mantovano.

      1717: Serve Don Alessandro Oliani, mantovano, nominato dal 1699. La dotazione di scudi 52 in livelli e scudi 180 in legati. Vi la presenza di Don Vincenzo Proni e di Don Simeoni. Anime di comunione 773, di non comunione 443. Nella chiesa di Casale e Rettore Don Andrea Barbieri, parmigiano.

      1722: Prende possesso Don Saverio Volpi nominato nello stesso anno. La dotazione di scudi 52 in livelli e 180 in legati con due biolche di terra (a prato) accanto alla chiesa. E’ cappellano curato Don Rossi. Anime di comunione 800, da non comunione 600.

      1756: Prende possesso dell'arcipretura della chiesa, Don Carlo Schiavi, sermidese (nato l'8-8-1723).

      1788: Serve Don Zanardi.

      1825: Serve Don Sante Manfredini. Reddito del parroco lire austriache 273,86, reddito di biolche 2 tavole 82.

      1838: E’ Arciprete Don Manfredini. Abitanti del paese 2400 (fra questi 1300 da comunione).

      1847: Curato Mons. Bignotti.

      1886: Serve Don Francesco Molli. Abitanti 3000 (fra questi 2000 da comunione).

      1900: Prende possesso della parrocchia Don Giulio Barozzi. Abitanti 3000 (750 inferiori a 10 anni di et).

      1925: Il parroco ancora Don Barozzi (in seguito si ha notizia di un certo Don Gelati). Abitanti 3400.

      1938: Serve Don Gambuzzi. Suo curato fu un certo Don Prati.

      1940: Prende possesso Don Amedeo Ferrari. Fra i suoi curati si ricorda con Italo Bolognesi, Don Enos Poletti e Don Mario Soave.

      1965: Prende possesso Don Rino Garosi. Suo curato Don Bruno Ghiroldi.

      1973. Prende possesso Don Fortunato Spinelli. Fra i suoi coaudiutori si ricorda Don Franco Bianchi, Don Luigi Caramaschi, Don Angelo Cavana, Don Claudio Cipolla e Don Marco Mani.

      1985: Prende possesso Don Alberto Bonizzi. Nel 1986 sono presenti nella parrocchia circa 600 famiglie corrispondenti a circa 1800 abitanti.

1993: Prende possesso della parrocchia Don Lino Azzoni.

      2005: Prende possesso della parrocchia Don Giovanni Parise originario di Porto Mantovano

3 ottobre 2010: Prende possesso della parrocchia Don Andreano Cirelli

21 settembre 2014: Prende possesso della parrocchia Don Tonino Frigo

  RITORNA